TI VEDO E TI VEDRO'



Ti vedo e ti vedrò sempre
in tutti i vecchi luoghi
che la  mente mia
e il cuore mio 
abbracciano ed abbracceranno
nella stazione
di mattino presto
all'arrivo del treno
pieno di  studenti
quando si apre il potellone
ed tu scendi giù 
proprio da quello di fronte a me
anche se non ci siamo
mai visti prima 
io con un girasole
a chiederti, sei tu
tu a chiedermi, sei tu
nella la tua camicetta bianca
mentre io ho tra le mani un girasole
poi stringerci nel primo abbraccio nostro
camminarci mano nella mano
nella musica dei nostri passi e delle nostre parole
nella luce dei nostri occhi
fino a raggiungere un parco tutto verde
poi sederci ad una panchina
e baciarci per la prima volta
e mentre il tempo cammina
noi ci baciamo al chiuso della nostra prima casetta
Ti vedo e ti vedrò sempre
in ogni alba dorata
in ogni tramonto arrossato
in ogni notte luminosa
guarderò la luna
e quando questa ci sarà nel cielo
tu sarai la luna mia sul mio cammino
e quando la luna non ci sarà
tu sarai l'aria del fiume
che soffia sul mare
che scivola sul mare
fino ad entrarci dentro

(venticinquedicembreduemilaotto)

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!

IL SUO SPERMA (Alda Merini)

DUE PAROLE