Post

Visualizzazione dei post da 2015

A U G U R I di Buon 2016

Immagine

AUGURI di BUON NATALE

Immagine
Per me il Natale
è la festa dell'uomo che nasce
indipendentemente dalle varie religioni
perché il primo vagito parla di nuova vita
senza guardare in faccia a nessuno
neppure al colore della pelle dei propri genitori
senza guardarsi intorno per vedere se si è al nord oppure al sud del mondo
senza pensare se sia inverno oppure estate
senza fermarlo davanti alla povertà
senza renderlo più sonoro davanti alla ricchezza

DODICIDICEMBRE

Immagine
Con gli occhi della mente
guardo ieri
busso alla porta
si apre
è tutto illuminato
non manca nulla
se non
la tua fisicità
così devo affrontarla
tirando fuori
il meglio

GUARDARTI

Immagine
Senza guardarti
senza toccarti
al centro del sole
sto abbracciando te
che sei più sole del sole
veleggio
non parlo
ma vivo il sole
al centro del mare


IL VENTO

Immagine
Il vento non lo vedo
lo sento
arriva a folate 
si infila nelle persiane
sbatte le finestre
fa svolazzare le parole sui fogli
scivola sul mio petto
come faceva
la tua lingua su di me

CLACSON

Immagine
Appoggiato al davanzale
dopo aver tirato su
la finestra a ghigliottina
appare l'eleganza onnipresente
del sole all'alba
respiro la miscela leggera
dei pini e degli spruzzi salmastri
vedo posare le labbra sul collo
e la mano scivolare
nella scollatura della camicetta
fino ad accarezzare il seno
i colpi di clacson
della passione e del cuore
triplicano senza freni


L'ARRIVO

Tra il vento e la salsedine
un rumore che diventa musica
una sferzata che diventa carezza
un gabbiano che  diventa orchidea
tutto in armonia 
nella mente
nel cuore
nei pugni chiusi in tasca
nel volo dell'aria
nella presenza del sole
che si nasconde
dietro gli occhi chiusi del cielo
nel mare che balbetta con la riva
strattonando le pietruzze bianche
invitando a pensare all'arrivo 
dell'arcobaleno

TU NON SAI

Immagine
Tu non sai che con gli occhi ben aperti il cielo è più colorato con le labbra sorridenti il mare è più dolce con le mani aperte la luna è più carezzevole con le lacrime agli occhi il sale è più sole tu non sai che alla sera tirare ancora più su il cuscino
è sentire più vicino qualcuno

NELL'ORIZZONTE

Immagine
Una pioggia sottile
ha appena finito di stamparsi
sui marciapiedi lucenti
nell'aria dell'alba
una luce vispa
prende il posto
del cielo grigiastro
il sole comincia 
a trafiggere le nuvole
i suoi raggi
irradiano il mare
stirano l'acqua salata
in un largo nastro dorato
sul lungomare
un signore 
con il suo cagnolino al guinzaglio
addossato al parapetto
srotola i pensieri suoi
perdendosi nell'orizzonte




NAVIGARE

Immagine
Svegliarsi nella notte con la testa che pulsa essere vigile essere attento non si tratta di una novità ma di consapevolezza unica la vita si naviga
al pari del mare

IL SOLE

Immagine
Venature gialline
emergono
dal rosso del tramonto
come fili d'oro
avvolgono il cielo
il sole
illumina
squarci di case
entra attraverso
le imposte socchiuse
esplora
si ferma
sopra due amanti
ondeggianti





IL VENTO

Immagine
Il vento scaglia
spilli di salsedine
come vetri sul viso
avanzo controvento
lungo la stradina 
che affianca il mare
su un lato
le onde di corsa
sull'altro lato
alberi spogli  
erba folta
tutto disordinato
e rivolto verso il cielo
come gente che grida
più in fondo
gli orti
con le foglie verdi
a volte sollevate dal vento 
che applaudono
altre volte che si inchinano
alla onnipresenza
del cielo

ARRIVERA'

Immagine
Passo dopo passo sale la musica  del desiderio nostro riempie la mente sempre più arriveranno i giorni  che ci tireremo  fuori dalla distanza così come fa la barca al largo con la luce del faro  cammineremo nel rumore degli stessi passi insieme così come fanno le onde del mare saremo per sempre occhi negli occhi mano nella mano pelle sulla pelle

(novegiugnoduemilaundici)

EFFETTI

Immagine
Riverberi
sul finestrino
il mare
corre di corsa
taglia il traguardo
si scrolla di dosso
mille e più aghi di salsedine
riflessi ondeggianti
di corse
di attese
di arrivi
di partenze
riflessi
indelebili
vivi


PENSIERI FOLLI

Immagine
Immensa
solenne
la luce del faro
tocca
la porcellana del cielo
fa scendere
il colore su tutto
è un bianco maestoso
mette in luce
le barche addormentate
lascia trapelare
la perfezione del mare
accarezza le spirali
di pensieri folli

IL PENSIERO

Il tramonto gioca a nascondino
buca la fine coltre di nubi
tinteggia di rosso e rame
gli spazi liberi del cielo
ricama di luce dorata
l'infinito spazio del mare
le tende della vetrata
ondeggiano con leggerezza
più guardo la distanza
tra il sole e me
più si impone il pensiero


SULLE MANI

Immagine
Il cielo scintillante
il sole pieno
col suo abito dorato
veste il mare
poi
a piccoli passi
si sposta
sui pini
sul lungomare
abbraccia le strade
inonda la mente
i pensieri crescono
si allungano
in tutte le direzioni
salgono sui treni
sulle corriere
sui passi sul prato
entrano nella stanza
scrutano
esplorano
mettono il sorriso
sul viso
negli occhi
pure sulle mani 


SULLA SCENA

Immagine
Un posto
vicino al finestrino
guardo sfilare
una mostra di opere d'arte
il mare perlato
con le prime luci
accese dal sole calante
l'alternarsi come staffetta
delle barche in entrata
con quelle in uscita
tante sfumature
in movimento nel breve
tante tele
una accanto all'altra
un flusso continuo
ancora più magico
all'uscita dalle numerose gallerie
mentre a passi felpati
entra sulla scena la luna
arricchendo 
gli occhi
la mente
i desideri
i battiti
l'infinito


CINQUEMAGGIO

Immagine
Noi la vita la annusiamo in tutti i posti, ma lei passa senza neanche un ciao oppure vola come i ladri sopra i tetti, se ci provi non la puoi fermare io lo so perché da un certo punto in poi le cose cambiano e so che anche perché, amore, per me non è mai stato facile anche se il tempo passa, e tu non sei mai la stessa (vita) la voglia che ho di te non l'ho mai persa
e se ogni istante ci cambia, se ogni cosa è diversa
c'è amore e resterà nella mia testa
dentro a treni e a aeroplani ho fatto a pezzi ogni istante della vita mia
ma sempre lì tra le sue mani che cadevo, che capivo, che volava via
e così dovrei cercare di fermarla per tenerla solo un poco con me
durerebbe però solo un giorno, lo so, ma neanche un attimo (neanche un attimo)
così anche se il tempo passa, e tu non sei mai la stessa (vita)
ti voglio e ti vivrò per tutto il tempo che resta
anche un ultimo sguardo, il tempo di una carezza e per il bacio che ancora non ho, che io non ti ho persa
come milioni di persone a cercare le …

VORTICE

Immagine
La luce dell'alba
irradia le stradine vicino al mare
le impregna di magica atmosfera
appoggiato alla balaustra di legno
godo la vista su tutto l'orizzonte
respiro la miscela leggera
di vento e spruzzi salmastri
lui si avvicina
la prende tra le braccia
affonda il viso
nell'incavo del collo
per baciarla
lievemente posa la mano 
sulla scollatura della camicetta
e la fa scivolare sul seno
i colpi di clacson si moltiplicano
e lei lo allontana divertita
ma già nel vortice del desiderio
indietreggio
e la porta si chiude


19 aprile 2015 - Molfetta Hockey 2012 finalista play off per la promozione in serie A2

Immagine

SENTIMENTO

Immagine
Seduto davanti al mare
mi appassiono
al corpo a corpo dei ricordi
di luoghi e di profumi
impigliati tra di loro dai lacci
che fanno bene
a non dipanarsi
perché sto bene
in loro compagnia
sono loro a lasciarsi
abitare
manipolare
abusare
dal mio più grande sentimento


B U O N A P A S Q U A

Immagine
Nella vita non si sa stare in piedi se non si sa stare in ginocchio.Don Oreste Benzi da PensieriParole <http://www.pensieriparole.it/aforismi/vita/frase-5797?f=a:1491>

PALCOSCENICO

Immagine
Nella primavera precoce
i tavolini dei bar
della città vecchia
si protendono nella piazza
gente del posto
assieme ai gitanti 
tutti seduti 
davanti ad una tazzina di caffè
o ad un gelato
oppure un tramezzino
altri di corsa
od a passeggio
due innamorati
si guardano negli occhi
attraversano lo spettacolo
vorrebbero baciarsi
emozionati e pieni di passione
si dirigono più in la
sul palcoscenico




LA PORTA

Immagine
La luce dell'alba
irradia le stradine
vicino al mare
le impregna di magica atmosfera
appoggiato alla balaustra di legno
godo la vista su tutto l'orizzonte
respiro la miscela leggera
di vento e spruzzi salmastri
lui si avvicina
la prende tra le braccia
affonda il viso
nell'incavo del collo
per baciarla
lievemente posa la mano 
sulla scollatura della camicetta
e la fa scivolare sul seno
i colpi di clacson si moltiplicano
e lei lo allontana divertita
ma già nel vortice del desiderio
indietreggio
e la porta si chiude