INCONTRO



Ancora a guardare il cielo
quello sul finire della notte
ad ascoltare il rumore del mare
lo sciabordio delle onde
che saluta l'alba
così inizio a camminare
e a pensare al tuo risveglio
agli occhi tuoi
quando aprirai la finestra
e vedrai i fili d'erba tra le braccia del vento
e ricorderai le braccia mie attorno al tuo corpo
attorno a te
le braccia tue attorno al mio corpo
attorno a me
mentre la rugiada incontrava 
e accarezzava il nostro veleggiare
sulle labbra nostre
sui corpi nostri 
mentre erano l'un dentro l'altro

(17ott2006)

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!

IL SUO SPERMA (Alda Merini)

DUE PAROLE