COME TE






Dalla sera alla notte
luci di luna e di stelle
tra mare e colline
lungo i rettilinei e le curve
i tuoi occhi
ancora dentro i miei
le tue mani 
ancora su di me
le tue labbra
ancora un tutt'uno con le mie
pensieri come fari sempre accesi
a far luce più avanti
oltre la luce del cielo
solo così viaggio bene
perché come te
neppure il cielo



Commenti

teoderica ha detto…
Come è suadente e dolce e amorevole questa poesia, vorrei essere la tua lei, ma poi dico di no perchè come dice la bella canzone che hai messo, prima o poi questa lunga storia d'amore finirà e io ho paura della fine , talmente paura che rinuncio all' inizio.
Amore e morte sono simili e io dopo lunghe riflessioni sono giunta a pensare che la cosa migliore è non nascere, essere nulla per sempre...tanto nel nulla si ritorna.
Ciao Cosimo e un bacio di ferragosto un po' malinconico.
cosimo ha detto…
per teoderica..

..... cara Paola, negli ultimi tempi questa canzone la canto spesso alla mia lei. Mi piace "quando ti ho vista arrivare....tu ti accorgessi di me". E non prendo in considerazione il "prima o poi dovrà finire", perchè una vera storia d'amore non finisce mai, ne su questa terra ne altrove. E' solo amore senza morte. Paola, se non fossi nato, non avrei incontrato lei. Mi sarei perso l'Amore, anche quando mi porta un filo di malinconia.
Buon ferragosto Paola con un bacio che possa cancellare la malinconia che hai e che sia come fuochi di artificio sul mare a ferragosto.
Ciaoooo
A prestooo

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!