FERRAGOSTO




Sulla stretta sdraio nel prato
abbracciati 
con gli occhi nostri al cielo
fuochi sul mare
salti nel cuore
capriole continue dei sensi
al nostro sfiorarci
con le stelle e la luna
a guardare
a sorridere
a unirci di più
come si uniscono
incessantemente
rincorrendosi
abbracciandosi
le onde del mare


Commenti

Adriano Maini ha detto…
Un amore che mantiene giovani i cuori!
teoderica ha detto…
...oggi a me il mondo non pare tanto meraviglioso e la tua poesia non so perchè mi sembra insincera, infatti hai abbinato una canzone a più voci come dire anche la mia poesia volendo può essere dedicata a più di una Lei.
Ciao.
cosimo ha detto…
per teoderica..

..... carissima Paola, la poesia è dedicata solo alla mia lei, racconta il nostro ferragosto. E lei lo sa. Anche a me ieri il mondo non pareva tanto meraviglioso. Ma già da ieri sera è riapparso meraviglioso. Così ho pensato che la vita, a volte, ci porta apposta in mondi non meravigliosi. Lo fa per misurare la nostra forza, la nostra resistenza, la nostra perseveranza, il nostro amore.
Ho scelto questa triplice esecuzione perchè rappresenta la continuità nel tempo di questa canzone, così tanto meravigliosa.
Ti lascio un bacio domenicale, quello sull'inizio dell'alba, quando nel silenzio ovattato dell'ultimo sguardo della notte al giorno che verrà, si sente il clacson di un'auto.
Buona domenica.....
teoderica ha detto…
Buona domenica anche a te Cosimo...mi ha incuriosito il suono del clacson sul finire della notte...di solito è il canto del gallo.
Ciao.
Dona Flor ha detto…
E' una tra le più belle poesie... fa sognare, è tenera, leggera e leggiadra.
Rimette pace con il mondo :)
Un caro saluto
cosimo ha detto…
per Dona..

Grazie, sono lusingato:-)
Un caro saluto
cosimo ha detto…
per teoderica..

.....Paola, a volte, il clacson nella notte è anche un parlare
Un beso kikirikì
cosimo ha detto…
per Adriano..

L'amore è sempre gioventù.

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!

IL SUO SPERMA (Alda Merini)