LA STANZA





Comincia a riempirsi
di aria di noi
già prima che arriviamo
le fessure delle persiane
cominciano a sorridere
sanno che poi 
dovranno chiudere gli occhi
per lasciarci da soli
e non fare uscire fuori la musica
delle nostre carezze
dei nostri baci
dei vestiti che danzano lievi
accarezzando l'aria e il pavimento
millimetro dopo millimetro
si dissolve la distanza dei nostri corpi
ci illuminiamo come mare in ardore


Commenti

modna50 ha detto…
Me la sono riletta tre volte, è bellissima!! complimenti! una felice serata per Te
cosimo ha detto…
Grazie di cuore:-))
e felice giornata a te.
Soledoro ha detto…
Ciao Cosimo, dopo aver visionato il tuo spazio capisco il tuo commento da me.
I dipinti mi danno l'impressione di spazio aperto dinamico, molto arancione carico di energia.
La poesia qui, la pregustazione dell'amore con la sua magia, attimi d'incantevole attesa espansi...in felice abbinamento con la canzone di Queen.
Molto bello il tuo mondo, da esplorare.
cosimo ha detto…
Benvenuta Soledoro!
Grazie per tutti gli apprezzamenti.
Tutto quello che troverai qui da me, poesie, foto e dipinti, nascono dal mio essere sempre positivo. Per esempio, considero il tramonto come se fosse l'alba, un continuo rinascere.
Soledoro ha detto…
Mi piace questa visione "tramonto come l'alba". Io adoro l'alba. Il tramonto m'incanta ma cerco di sfuggirli delle volte, forse per la barriera mentale che associa il tramonto a qualcosa di finito...poi mi dico che la luce continua a esistere anche di notte, la notte che rigenera e trasforma tutto per offrirci una nuova alba...
Gianna ha detto…
Versi che danno calore...!
cosimo ha detto…
E tra le persone, sopratutto tra quelle innamorate, il calore deve essere sempre al primo posto.
teoderica ha detto…
...una bellissima poesia ... ci illuminiamo come mare in ardore...a me fa pensare a quell' effetto meraviglioso di luminescenza che il mare ha per pochi giorni, io non l' ho mai visto, ma so che esiste l' ho visto su you tube...per vederlo bisogna fare il bagno di notte,o leggere la tua poesia...e poi la voce del leader dei Queen è un po' come il mare in ardore ...esistente ed inesistente.
Ciao.
Maraptica ha detto…
Che bel finale, mi ha fatto pensare al sole che si specchia con le sue mille facce sulla superficie del mare...
cosimo ha detto…
Ed hai pensato e visto bene, Maraptica!.
Grazie:-))
cosimo ha detto…
Meglio gli amanti, devono essere continuamente in ardore, perchè sono sempre esistenti.
Tra loro c'è luminosità continua a tutte le ore, in tutte le situazioni, anche nella distanza. Infatti il cielo e il mare in ardore, sono distanti tra loro. Da ragazzo solo una volta ho fatto il bagno di sera, il mare in quelle ore vuole essere rispettato.
Se poi tu una sera, potessi fare in contemporanea il bagno e leggere la poesia, sarebbe come toccare il cielo con le mani.
Cara Paola, sono felice per tutto quello che, questi versi, hanno suscitato in te.
Un beso in ardore e buona settimana, che auguro sia sopra, ma decisamente sopra, lo zero della temperatura.

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!