IL REGISTA




Il mare colorato d'acciaio
punteggiato fino all'orizzonte
di creste bianche e spumose
non lascia spazio 
al rientro lineare delle barchette
beccheggiano
saltellano
appaiono
scompaiono
pure i gabbiani sono sparuti
nella mente
la corsa dell'auto nella notte
tra salite e discese
dossi e curve
poche luci
come luminarie del presepe
mentre i pensieri luminosi
mi abbracciano come arcobaleno
il tempo è proprio un bravo regista



Commenti

paola tassinari ha detto…
Anche i bravi registi a volte hanno un calo :)
Ciao Cosimo.
paola tassinari ha detto…
Ma la musica è bellissima, è legata a certi miei ricordi... mi hai fatto piangere.
Ciao
cosimo de bari ha detto…
E' naturale che ci possa essere un calo :-)....
sono poi felice che la musica abbia portato fuori certi tuoi ricordi, le lacrime poi sono pure di gioia, alcune volte.
Ciao ciao Paola!

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!

SEI TU