OGNI VENA




Il mare
è una prateria furibonda
di creste spumeggianti
qualcuno prende un sasso
lo lancia verso il bianco
delle onde che schiumano
per un istante saltella
poi scompare
il cielo è spaccato a metà
da un lato grigio cupo
dall'altro lato azzurro cobalto
ma è in armonia piena
la pelle e' morbida
è come velluto
le dita scivolano
e sussurrano
una luce dirompente
spinge
sprigiona
avvolge
i nostri gesti
pulsa ogni vena




Commenti

paola tassinari ha detto…
Bellissima musica, bellissima poesia...cosa manca? Un bicchiere per brindare.
Ciao
cosimo de bari ha detto…
siiiiiiii ma assieme ad un bacio... CinCin :-)

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!