IL PIACERE





Parli 
e pedali in bicicletta
vai incontro
al mare e all'orizzonte
alla salsedine vellutata
all'oro e al bronzo
del sole sulla tua pelle 
come se tutto questo
fossero le mie mani
il mio corpo
le mie labbra
su tutto il tuo corpo
dentro il tuo corpo
fino nelle sue pieghe 
più piccole
più nascoste
cominciando 
a nuotare 
tra i marosi dei sensi
a pedalare fin lassù
lungo mille sentieri del piacere
fino a desiderare
nuovi sentieri 
nuovi marosi
ancora più stretti
ancora più alti
fino a non volere
che mi fermassi mai

Commenti

teoderica ha detto…
fossero le mie mani
il mio corpo
le mie labbra
su tutto il tuo corpo
dentro il tuo corpo.................e continui in questa poesia a luci rosse, in più hai messo una musica incalzante, incessante, dimostri così di essere molto sensuale...ah che fortunata la tua Lei a trovare un uomo così dolce e sexxxxy...sto scherzando, ma mica tanto.
Ciao.
cosimo ha detto…
per teoderica...

.....cara Paola, l'amore è pure sensualità sia al maschile che al femminile. E il colore delle luci varia magicamente verso toni sempre più sensuali, con l'incalzare dei gesti, che la coppia si regala.
Ancora grazie per il tuo commento, sempre appropriato.
Un bacio di sera.

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!