LA CHIAVE





Guardo il cielo
è lì la chiave dei ricordi
con la musica
i suoni
le vibrazioni
delle cartoline
dei regali
delle curve
dei rettilinei
dei saliscendi
delle deviazioni
delle gallerie
dei clacson
del prato
dei passi da folletto o felpati
delle passeggiate
delle pedalate
delle panchine
della sdraio
della spiaggia
dei tavolini
dei caffè
dei cin cin
dei tramonti
delle sere
delle notti
delle albe
delle stelle
delle lune
dei buongiorno
delle buonanotte
delle parole
dei silenzi
degli occhi
delle labbra
delle braccia
delle mani
dei corpi
dei fremiti
                                                        dei sorrisi
                                                        di noi
                                                        nell'infinito 

Commenti

teoderica ha detto…
...solo BELLA, ma anche semplice quasi infantile, proprio come piace a me e poi così lunga e stretta pare una strada da percorrere.
Ciao.
cosimo ha detto…
per teoderica,

.....Paola cara, sono solo BELLE le tue parole. Quanda l'ho scritta, settimane fa, con questo formato strada, pure a me è parsa come una via da percorrere. Certo non è un rettilineo, perchè "via della vita" proprio non è mai così. Però è bello che sia così. Guidare sui tornanti è proprio un bel guidare.
Buon fine settimana, tutta da percorrere alla grande!
Un beso.
Ambra ha detto…
Deliziosi quei genitivi in sequenza magica! Bello!
cosimo ha detto…
per Ambra,

grazie per il tuo apprezzamento.
Buon w.e.

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!

SEI TU