LE FOGLIE E I BACI




Le foglie non cadono
loro volteggiano
per ogni foglia che volteggia
una è già pronta a nuova vita
i baci non finiscono mai
per ogni bacio che ci diamo
un altro è già pronto a nuova vita
a nuovi sipari della passione
li vedrà pure il cielo
si incanterà pure lui
li vedrà pure la panchina
si emozionerà pure lei
li vedrà un giardino
diventerà  più fiorito
li vedrà un vicolo
diventerà una strada
io intanto 
mi incanto 
ogni volta che
le tue labbra di velluto
si posano sulle mie
le vedo
le sento
tra i fili vibranti dei sensi
sono le chiavi di paradiso

Commenti

Ambra ha detto…
Bella questa similitudine dei baci con le foglie, c'è la stessa leggerezza, il ripetersi, il rinascere continuamente.
teoderica ha detto…
...sei un folletto oppure un elfo tra i fili vibranti dei sensi, ma attento le chiavi del paradiso si possono perdere soprattutto se ci giochi troppo possono cadere e perdersi tra le foglie...ho scritto cose senza senso dettate dai tuoi versi e dalla musica veramente intonata e calzante alla tua poesia.
Ciao e buona domenica.
cosimo ha detto…
per Ambra,

c'è un'altra similitudine, quella dei baci come le ciliegie.
cosimo ha detto…
per teoderica,

.....Paola hai scritto cose senza senso? Io non vedo ciò.
Forse sono un folletto, forse sono pure un elfo, perchè per me un folletto può essere allo stesso tempo un elfo. Entrambi sono rapidi e benevoli, lasciano tracce invisibili agli altri, possono donare magie sia con il comportamento, sia con i regali. E il più magico dei regali è il cuore, per restare immortali.
E poi sia i folletti che gli elfi riescono a bucare la nebbia o il sole. E visto che da te, lì al nord, ci sarà nebbia, non solo oggi, ti auguro l'arrivo di uno dei due.
Grazie dei complimenti e buona domenica.
Un beso.
Soffio ha detto…
proprio bella
cosimo ha detto…
per Soffio,

Grazie, e benvenuto sul mio mare.
Anonimo ha detto…
Ciao Cosimo, se chiudo gli occhi sento ancora il mare della mia infanzia, grazie per le belle immagini, un abbraccio.

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!

IL SUO SPERMA (Alda Merini)