SENZA FERMATE






Il mare e le colline
sulla stessa altalena
meraviglie simili
nel calore dei colori
tra l'acqua azzurra
sfumata di verde
ed il prato verde
sfumato d'azzurro
primi fiori spontanei
baciati dalla beltà delle farfalle
portano
l'emozione
la passione
delle mani  tue su di me
con la pelle percorsa dai brividi
come se fosse fili d'erba
soffiati dal vento
viaggio senza fermate
nei ricordi del viverti

Commenti

teoderica ha detto…
...mi è piaciuto molto, anzi moltissimo, l'analogia delle mani e quindi delle dita ai fili d'erba...anche le dita del mio uomo sono leggere come i fili d'erba e a me piacciono tantissimo e la musica che hai messo fa pensare ad un mare d'erba punteggiato da pratoline.
Ciao.
ivana ha detto…
Mi piace immensamente,soprattutto la prima parte con la similitudine cromatica tra le colline e il mare. Il brano meraviglioso del Guardiano Del Faro (che riascolto sempre con piacere dopo tanti anni),riempie l'anima,allarga il cuore e tutta la zona del plesso solare! Ciao. Ivana
cosimo ha detto…
Parli di una grossa fortuna, cara Paola. Perchè molte emozioni, in amore, si trasmettono con le dita, con gli sguardi. E' in quel momento il desiderio si muove come si muove il mare.
Buona giornata!
cosimo ha detto…
Ciao Ivana,
ma quante belle parole che regali!
Sono contento che anche a te, versi e musica, abbiano portato qualcosa di emozionante.
Grazie!
Passa ancora quando vuoi o puoi.
Buona giornata!
Maraptica ha detto…
E' bella pensarla come un tutt'uno la natura, simile e armoniosa nelle sue parti. E' bella Cosimo, bravo davvero :)
cosimo ha detto…
La natura ci predispone ad essere un tutt'uno con lei e con le persone che portiamo nel cuore e nei pensieri, indipendentemente dal tipo di sentimento che viviamo.
Grazie Maraptica:-))
alessandra ha detto…
Mi riesce quasi difficile trovare la parola che più s'addice per definire questi versi..emozione forse? Sopratutto,chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare dalla sua onda di sensualità ascoltando "il guardiano del faro", un'armonia di sensi...si come il mare e le colline.Ne parlavamo Ivana ed io ad una mostra d' arte astratta dove di fronte a noi c'erano due tele, una verde con le curve delle colline ed una azzurra con il movimento delle onde marine,stesse pennellate che tu hai saputo rappresentare bene con le parole.
Poi la leggerezza d'ali di farfalla ,dita leggere come fili d'erba, non trovo parole..solo vibrazioni.
cosimo ha detto…
Buongiorno Alessandra e benvenuta nel mio blog!
Riesce pure a me trovare parole per ringraziarti per quello che sono i tuoi pensieri lasciati qui da me. La più appropriata, seppure può sembrare semplice è Grazie! Mi piace accostare le parole alla realtà dello spettacolo della natura, sopratutto al mare e al cielo, ricchezze uniche e che anche gli uomini hanno dentro. A volte riesco pure ad intonare la musica, ai miei versi. E non importa se la canzone in lingua straniera, abbia un testo che contrasta con i miei versi, basta la musicalità semplice. Quella che ho un po' dentro me.
Passa quando vuoi o puoi e buon fine settimana.
Gabe ha detto…
le tue parole,tocchi colorati che insieme alla musica mi trasportano in un mare verde pennellato di colori delicati,come delicata è la sinfonia che la primavera offre in questo periodo.Mi rammarico di avere poco tempo e non passare più spesso,perchè le tue poesie sono molto belle,buona domenica Cosimo
cosimo ha detto…
Il tuo giudizio, le tue riflessioni sono veramente un bel tocco di sole. Grazie!
Poi il tempo a volte non basta mai. Torna quando puoi Gabe!
Buon fine settimana!

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!

IL SUO SPERMA (Alda Merini)