SCINTILLE

Tu fra poco arriverai
è il momento che aspettavo
girerai l'angolo
ti avvicinerai sempre più
come volo di rondine
a guadagnare il nido
poi ti stringerò
tra le mie braccia
contro le mie labbra
saremo il silenzio
nella musica delle vibrazioni
tante scintille di fuoco nelle vene
sotto milioni di stelle
sul soffitto della vita nostra

                                                                   




Tra poco ti vedrò

svolterò l' angolo
ti cercherò tra  gli altri volti
tu mi parlerai
io ti parlerò
finché ci guarderemo  negli occhi
scenderò dalla bici
tu mi abbraccerai
io ti abbraccerò
tu mi bacerai
io ti bacerò
e nelle vene
correranno tante scintille di fuoco

(t. p.)
(opera di Cosimo de Bari)

Commenti

tiziana ha detto…
Caro Cosimo approvo in pieno la scelta di abbinare le tue emozioni scritte a quelle dipinte. E' un connubio perfetto.
Adriano Maini ha detto…
Perché il vero amore é ardente passione.
Paola ha detto…
Appassionatamente hai scritto le tue sensazioni più belle, le tue emozioni di un dolcissimo incontro. E ho letto con piacere immenso. Un caro saluto
teoderica ha detto…
Mi piace tanto questo post, tu le parli del vostro incontro, in mezzo sta un dipinto luminoso di colori, dove una piccola bici è là ad aspettare lei, mentre il grande tuo occhio la aspetta e lei ti risponde con le medesime parole...ma qui è proprio un grande amore e quindi ti dico...
...sei grande, grande, grande, così grande sei solamente tu.
Ciao.
cosimo ha detto…
per tiziana,

grazie per le tue parole di stima e assenso. I duetti, in ogni campo, a me piacciono in modo particolare.
cosimo ha detto…
per Adriano Maini,

è proprio come tu dici. Grazie.
cosimo ha detto…
per Paola,

scrivo sempre così, d'impeto e di passionalità.
E mentre scrivo, vivo o rivivo quello che esce dal cuore dei pensieri.
Grazie, ricambio il caro saluto.
cosimo ha detto…
per teoderica,

.....cara Paola, piace pure a me tantissimo questo post. Fatto di intercalare di versi apparentemente diversi, ma uniti da un solo intento. Raccontare un incontro già da primi passi o pedalate. Quelle che già partono da sotto casa.
E' il mio occhio pieno di grande amore per lei, ma è pure il suo occhio pieno di altrettanto grande amore per me. Sono, insomma gli occhi di due innamorati mai fermi, tra cielo e mare, tra pedalate o passeggiate a piedi. Non è un post formato da tre parti, bensì da un'unica opera.
Grazie per i tanti grande. E ti sei rifatta alla mia canzone preferita della fine dell'anno 1971.
Un abbraccio grande grande grande grande.
Ambra ha detto…
Ciao Cosimo. Ma che bella intuizione questo madrigale a due voci illustrato da uno splendido dipinto che ne allaccia le due parti in un tutt'uno pieno di ardore.
cosimo ha detto…
per Ambra..

Pare un'opera di uno dei registi più famosi. Sicuramente ci sono due attori principali: i due cuori, uno di lui e l'altro di lei.
Grazie e ciao Ambra.

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!