LA SARDELLA




Una sardella
vestita per gioco
da regina
correva tra i fiori
poi si sedette
sul ramo di un albero
cominciò a guardare
attorno e lontano
poi spezzò un ramoscello
e su una pergamena
tutta stropicciata
cominciò a disegnare
il cielo lontano
un cavallo bianco
macchiato
di marrone
e d'azzurro
poi gli occhi dal foglio
all’ingiù spostò
per un attimo
guardò
pensò
se fosse sveglia
un re a cavallo trovò
dagli occhi marroni
e dal mantello azzurro
si tuffò
tra le sue braccia
regina vera
diventò

Commenti

teoderica ha detto…
...deizioda poesia, deliziosa musica e delizioso video, vorrei essere una sardella.
Ciao.
cosimo ha detto…
......è bello sognare
cosimo ha detto…
....è brutto quando il sogno sfuma come palloncino dalle mani di un bimbo.

Post popolari in questo blog

E' PASQUA, AUGURI A VOI TUTTI!

IL SUO SPERMA (Alda Merini)